Home » Altri sport » Attività sportiva e sistema immunitario: le sostanze naturali che aiutano davvero

Attività sportiva e sistema immunitario: le sostanze naturali che aiutano davvero

Contenuto dell'articolo

Il sistema immunitario è una struttura molto complessa di reazioni chimiche che garantiscono la nostra salute e la capacità di reagire a stimoli esterni. Chi pratica sport è ulteriormente esposto al rischio di infezioni poiché l’attività fisica soprattutto quell’intensa genera stress a livello fisico e psicologico.

È opportuno specificare che la pratica regolare dell’attività fisica ha anche un effetto molto positivo per il sistema immunitario perché va a potenziarlo tuttavia allo stesso tempo incentiva la presenza di radicali liberi e di infiammazioni.

Pratica sportiva e stress immunitario

Quando si pratica sport, gli ormoni dello stress come l’adrenalina e il cortisolo, vanno ad intervenire a danno degli agenti immunitari come i leucociti e durante gli allenamenti si induce una maggiore produzione delle cosiddette citochine infiammatorie, quelle cellule che si moltiplicano in caso di infezioni e traumi.

Una dieta ricca di frutta e verdura cruda può apportare molte delle vitamine e dei minerali necessari per potenziare il sistema immunitario, ma per essere certi di coprire il fabbisogno effettivo, gli integratori possono fare la differenza.

Vitamine e antiossidanti per gli sportivi

Lo zinco ad esempio è stato ampiamente studiato e così come la vitamina B è risultato determinante nella modulazione immunitaria. Nello specifico 5000 UI di vitamina D3 al giorno negli atleti durante i mesi invernali hanno dimostrato una maggiore capacità antimicrobica.

Vitamine antiossidanti riescono a ridurre la risposta del cortisolo soprattutto durante le attività fisiche più prolungate e per quanto riguarda in particolare la vitamina C e la vitamina E, esse hanno dimostrato potenzialità superiori con un’assunzione congiunta. Ovviamente è sempre bene non eccedere rispetto le dosi suggerite nelle etichette e avere sempre come base un’alimentazione ricca di cibi che naturalmente li contengono, dagli agrumi al peperoncino, dai mirtilli al cavolo, dai broccoli alle cipolle fino agli spinaci…e così via.

L’echinacea è un integratore particolarmente amato dagli sportivi per la sua capacità immunostimolante e risultati analoghi si sono ottenuti anche con l’eleuterococco, che svolge un’importante funzione preventiva nei confronti di patologie di carattere respiratorio – anche acute e croniche.

The verde, probiotici e funghi per la salute di chi pratica attività fisica

Il te verde migliora la risposta infiammatoria e contribuisce a ridurre lo stress immunitario generato dall’attività fisica, aiutando anche a tenere sotto controllo eventuali infezioni che tendono a diffondersi durante i periodi di workout più intenso.

Inoltre vanno tenuti in assoluta considerazione i probiotici che in quantità adeguate riescono a aumentare il numero di batteri benefici presenti nel nostro intestino e a diminuire quello dei microrganismi nocivi. Questi probiotici modulano la risposta immunitaria e prevengono malattie alle vie respiratorie.

Alcuni funghi noti come Reishi e Shiitake possono essere assunti quotidianamente per favorire il sistema immunitario e nutrire i probiotici stessi: si trovano anche nel formato in polvere, molto comodo da aggiungere a frullati o cibi cotti.

Come per qualsiasi altro integratore è importante non eccedere con le dosi ed in caso di patologie preesistenti e/o di assunzione di farmaci, è bene consigliarsi con il proprio specialista in maniera da scongiurare qualsiasi reazione indesiderata ed effetti collaterali.

Leggi anche

A cosa serve un cronometro sportivo

Contenuto dell'articolo 1 Il cronometro sportivo2 Il cronometro elettronico: in cosa consiste3 Come acquistare il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *